Comunicati Stampa

Rinnovabili, EBS e UGI al Governo: Biomasse e Geotermia nel FER2

I Presidenti Di Cosimo e Manzella: “È necessario che il Governo inserisca nel FER2 i nostri settori e il sostegno alla produzione di energia pulita e programmabile”

Roma, 15 settembre 2020. EBS – l’Associazione dei Produttori di Energia da Biomasse Solide – e UGI – l’Unione Geotermica Italiana – hanno deciso di unire le forze e avviare un percorso di collaborazione e sostegno reciproco. Primo atto di questo nuovo cammino è una lettera firmata dai Presidenti di entrambe le Associazioni ed indirizzata al Ministro dello Sviluppo Economico Patuanelli, referente del decreto, nonché a tutti gli altri Ministri competenti, con la quale chiedono due cose: l’inserimento nel prossimo decreto FER2 dei settori di produzione di energia da geotermia e da biomasse, e il riconoscimento di una forma di sostegno alla generazione energetica, aggiuntiva ai ricavi di vendita dell’energia sul libero mercato

Per il documento completo cliccare Comunicato stampa-15 Settembre 2020

L’appello dell’Unione Geotermica Italiana sulla questione del pozzo geotermico di Agnano

Salvaguardare sicurezza e sperimentazione

Da oltre un mese ad Agnano, nei Campi Flegrei, un pozzo geotermico di piccola profondità sta erogando vapore senza alcun controllo e i cittadini ne chiedono la chiusura in tempi brevi. L’Unione Geotermica Italiana (UGI) comprende bene le ragioni di tale richiesta, visto il turbinio di notizie
circolate. D’altro canto sottolinea che la buona tecnica prevede in casi simili l’immediata “messa in sicurezza” del pozzo mediante operazioni semplici, sicure e basate su tecniche ben consolidate, eliminando la fuoriuscita del vapore. Occorre rassicurare la popolazione, va garantita la sicurezza dei cittadini, ma senza compromettere inutilmente il progetto di ricerca.

Per il documento completo cliccare Comunicato stampa-14 Luglio 2020

Per una storia approfondita delle perforazioni dei Campi Flegrei vai al seguente link: http://www.meteoweb.eu/2020/07/perforazioni-campi-flegrei-geotermia/1456605/

Occorrono azioni di supporto alle tecnologie geotermiche

L’Unione Geotermica Italiana viene ascoltata dall’On. Morani

Nel pomeriggio del 22 Gennaio u.s. il Consiglio dell’UGI, rappresentato dalla Presidente Manzella, il Vice Presidente Corsi e dal Consigliere Vecchieschi, è stato ricevuto dal Sottosegretario del Ministero dello Sviluppo Economico On. Morani e dalla sua Segreteria Tecnica. Dopo le presentazioni ed una introduzione generale sul suo ruolo e i suoi obiettivi, l’UGI si è proposta come interlocutore tecnico scientifico per supportare le impegnative scelte di indirizzo e pronta a fornire i numerosi dati e informazioni disponibili, utili a tale scopo. In proposito è stato consegnato ai presenti un documento sintetico che presenta una valutazione di sintesi delle risorse geotermiche Italiane e le posizioni di UGI sul supporto necessario ai vari comparti del settore geotermico, in particolare riguardo la produzione elettrica e gli incentivi del FER2 e gli usi termici quali teleriscaldamento e pompe di calore geotermiche.

Per il documento completto cliccare Comunicato stampa – 22 Gennaio 2020

Occorre snellire le procedure autorizzative allo sviluppo di progetti geotermici, salvaguardando l’ambiente con disposizioni chiare, coerenti e tecnicamente solide.

l’Unione Geotermica Italiana viene ascoltata dalla Segreteria Tecnica dell’On. Gava

Nella mattina del 17 gennaio 2019 il Consiglio dell’UGI, rappresentato dalla Presidente Manzella, dal Vicepresidente Corsi e dal Socio e Revisore dei Conti Amidei, è stato ricevuto dalla Segreteria Tecnica del Sottosegretario del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, On. Gava, sul tema della geotermia. I tre rappresentanti UGI, partendo dalla loro personale esperienza e competenza, hanno avuto modo diillustrare i vari aspetti del settore, dalla ricerca alle tematiche relative allo sviluppo e gestione di impianti geotermici per la produzione di calore ed elettricità.

Per il documento completto cliccare Comunicato stampa – 17 Gennaio 2019

UGI a sostegno della manifestazione pubblica del 1 dicembre 2018 a Larderello

L’Unione Geotermica Italiana, UGI, Associazione nazionale indipendente, apartitica, apolitica, e senza fini di lucro, nata per diffondere tra il pubblico gli operatori e le istituzioni politiche la corretta conoscenza della risorsa, della tecnologia e delle conseguenze economiche, ambientali e sociali della Geotermia come fonte energetica rinnovabile e sostenibile, si associa e sostiene la manifestazione pubblica indetta a Larderello il 1° dicembre dai Comuni, Cittadini e Sindacati per esprimere le preoccupazioni relative ai dichiarati tagli degli incentivi al settore geotermoelettrico.

Per il documento completto cliccare Comunicato stampa – 1 Dicembre 2018

Appello Europeo Per un Maggiore Utilizzo dell’Energia Geotermica

L’energia geotermica è l’energia immagazzinata come calore sotto la superficie terrestre. È inesauribile alla scala umana e finora è stata utilizzata solo in misura limitata per il riscaldamento, il raffreddamento e la generazione di energia elettrica. L’energia geotermica è una fonte di energia rinnovabile essenzialmente priva di emissioni climalteranti, disponibile praticamente in ogni luogo. La tecnologia ha dimostrato di poter soddisfare efficacemente le esigenze energetiche. Promuove anche lo sviluppo economico locale e la creazione di posti di lavoro, ed è capace di dare un contributo significativo alla sicurezza energetica. L’ulteriore impiego di questa risorsa rinnovabile richiede un forte impegno da parte delle autorità pubbliche e del settore privato. Una delle principali barriere ad un più ampio utilizzo dell’energia geotermica rimane la scarsa consapevolezza della tecnologia.

Per il documento completto cliccare European Open Letter Geothermal Energy – 27 Novembre 2018

Occorre azioni di supporto alle tecnologie geotermiche

L’Unione Geotermica Italiana viene ascoltata dall’On. Crippa

Nel pomeriggio del 22 novembre 2018 il Consiglio dell’UGI, rappresentato dalla Presidente Manzella, il VicePresidente Corsi e dal Consigliere Moia, è stato ricevuto dal Sottosegretario del Ministero dello Sviluppo Economico On. Crippa e dalla sua Segreteria Tecnica sul tema della geotermia. Partendo dal principio, condiviso tra tutti gli interlocutori, che l’energia geotermica è una fonte energetica rinnovabile, si è discusso sulle indiscrezioni che circolano sulla mancata presenza dell’energia geotermica nel decreto FER1. I rappresentati del Ministero non hanno smentito tali voci , affermando di non vedere la necessità di incentivare tecnologie utilizzate da decenni e che oramai dovrebbero sostenersi economicamente da sole. UGI ha ribadito la propria posizione espressa nei precedenti comunicati e cioè che sono proprio gli incentivi a garantire la possibilità di nuove iniziative e lo sviluppo di nuove tecnologie volte a migliorare l’efficienza di conversione e il rispetto dell’ambiente.

Per il documento completto cliccare Comunicato stampa – 23 Novembre 2018

Il governo italiano mette a rischio più di 10,000 posti di lavoro con il taglio degli incentivi a supporto dell’energia geotermica e pregiudica gli investimenti nel settore

Comunicato Congiunto UGI-EGEC

Con un recente schema di decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, il governo italiano intende tagliare unilateralmente gli incentivi per l’energia geotermica nel paese. Si tratta di un attacco violento e ingiustificato contro un’industria nata in Italia che ha una capacità installata di 1 GWe di energia elettrica rinnovabile (con una produzione pari a 6.2 TWh/anno) e che impiega direttamente oltre 3000 lavoratori, ai quali si aggiungono circa 7000 posti di lavori indiretti, più tutto l’indotto locale. Si tratta, inoltre, di un insensato attacco al clima che – proprio in un momento in cui gli effetti del cambiamento climatico stanno cominciando a segnare pesantemente il paese – potrebbe portare a un aumento delle importazioni di energia fossile. Il governo sostiene che l’energia geotermica non sia una fonte di energia rinnovabile, in palese contraddizione con quanto definito da ogni normativa europea.

Per il documento completto cliccare Comunicato stampa UGI-EGEC – 22 Novembre 2018

I comitati contro la produzione elettrica da fonte geotermica parlano di problemi ambientali, ma non credono ai dati scientifici che indicano il contrario

L’Unione Geotermica Italiana chiede al Governo di non condannare a morte un intero settore industriale

Il nuovo schema di decreto legislativo “Fer 1” predisposto dal Ministero dello Sviluppo Economico per la prima volta cancella gli incentivi finora garantiti alla produzione di energia elettrica da una risorsa locale e rinnovabile: la geotermia. È un paradosso che si sia giunti a questa scelta proprio quando il clima politico appare fortemente orientato all’uso di risorse energetiche rinnovabili e alla fine della dipendenza energetica, dimenticando che già cento anni fa l’Italia insegnava al resto del mondo come produrre elettricità coltivando il calore della Terra. Eppure oggi un fronte contrario alla geotermia composto da poche persone rischia di porre fine a un’eccellenza italiana, a una produzione energetica rinnovabile, a migliaia di posti di lavoro, a investimenti imponenti e a benefici economici e ambientali, mettendo in grande difficoltà 17 Comuni geotermici.

Per il documento completto cliccare Comunicato stampa – 12 Novembre 2018