Comunicati

Appello congiunto di UGI ed EGEC

Pubblicato: 05/12/2018 || By RedazioneWeb  || 

Il governo italiano mette a rischio più di 10,000 posti di lavoro con il taglio degli incentivi a supporto dell’energia geotermica e pregiudica gli investimenti nel settore

Con un recente schema di decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, il governo italiano intende tagliare unilateralmente gli incentivi per l’energia geotermica nel paese. Si tratta di un attacco violento e ingiustificato contro un’industria nata in Italia che ha una capacità installata di 1 GWe di energia elettrica rinnovabile (con una produzione pari a 6.2 TWh/anno) e che impiega direttamente oltre 3000 lavoratori, ai quali si aggiungono circa 7000 posti di lavori indiretti, più tutto l’indotto locale. Continua a leggere qui