La Geotermia - Ieri, oggi, domani
La Geotermia

Numero Speciale del Notiziario UGI
Seconda edizione, riveduta ed aggiornata.
Novembre 2007.

Un forte sviluppo della geotermia in Italia è necessario per:
– limitare la dipendenza dalle fonti energetiche importate
– ridurre il deficit della bilancia dei pagamenti
– diminuire l’impatto sull’ambiente dei gas ad effetto serra

(Attenzione: il file ha una dimensione di circa 18MB, è consigliata una connessione a banda larga)

 

Presentazione dell'opera

Il Consiglio Nazionale dei Geologi (CNG) e l’Unione Geotermica Italiana (UGI), hanno recentemente sottoscritto un Accordo-quadro, con la finalità principale di congiungere i loro sforzi per contribuire allo sviluppo ed alla divulgazione della conoscenza della geotermia in Italia. Le due Organizzazioni hanno infatti ben presente il rischio di una crisi energetica mondiale senza precedenti, dovuta ai seguenti fattori principali:

- la continua crescita dei consumi energetici, non solo nel mondo occidentale ma anche nei Paesi in via di sviluppo (e soprattutto in Cina ed India), con un tasso di crescita economica notevolmente superiore a quello della media mondiale;
- il progressivo ed accelerato depauperamento delle riserve note di idrocarburi liquidi e gassosi;
- le frequenti crisi politiche che colpiscono alcune regioni del mondo e che provocano, tra l’altro, elevati aumenti dei prezzi del petrolio e del gas naturale, difficilmente recuperabili.

È naturale quindi che, in simili circostanze, si debbano intensificare gli sforzi in ambito scientifico, tecnologico ed industriale, per accelerare ovunque la crescita ed il massimo impiego possibile delle risorse nazionali di energia, e soprattutto di quelle rinnovabili e non convenzionali. Tra esse ha grande rilevanza la risorsa geotermica, largamente diffusa nel nostro Paese a vari livelli energetici e quindi idonea per una vasta gamma di impieghi, dalla produzione di energia elettrica all’uso diretto del calore per applicazioni civili ed industriali.

In un tale contesto, ed operando nell’ambito dell’Accordo- quadro sopra menzionato, allo scopo di accrescerne la divulgazione nell’ambito della comunità tecnica italiana, e tra tutti coloro che nelle Istituzioni sono impegnati nei problemi dell’energia e della protezione dell’ambiente, l’UGI ed il CNG hanno tra l’altro deciso di realizzare la pubblicazione aggiornata del fascicolo “La Geotermia: Ieri, Oggi, Domani”, che era già stato pubblicato in prima edizione nel Settembre 2006 a cura dell’UGI. Dopo aver ripercorso le tappe storiche antiche e recenti dell’utilizzo del calore terrestre e dei suoi sottoprodotti nel nostro Paese, e dopo aver descritto la situazione mondiale della geotermia con particolare riguardo all’Europa, la pubblicazione illustra le possibilità di sviluppo delle risorse geotermiche in Italia fino al 2020, evidenziando come si possano ottenere con esse risultati decisamente ragguardevoli, soprattutto per quanto riguarda gli usi diretti del calore, in termini di risparmio delle fonti energetiche fossili, con un importante beneficio ambientale ed economico.

Occorre ovviamente che il Governo italiano e le Istituzioni coinvolte nei problemi dell’energia prendano pienamente atto di questa opportunità e ne favoriscano con decisione lo sviluppo. Con questo auspicio, l’UGI ed il CNG si impegnano a promuovere lo sviluppo della geotermia in ogni sua possibile forma di utilizzazione. Essi sono pronti inoltre a collaborare con tutte le Autorità preposte ai problemi energetici per fornire assistenza tecnica nella impostazione di iniziative di sviluppo di questa nostra peculiare risorsa di energia.

Pisa-Roma, Novembre 2007

Il Presidente dell’UGI
Giancarlo Passaleva

Il Presidente del CNG
Pietro Antonio De Paola

(Attenzione: il file ha una dimensione di circa 18MB, è consigliata una connessione a banda larga)